Aethina tumida

 

Aethina tumida

 

 

FOCOLAIO DI AETHINA TUMIDA IN CALABRIA

Riportiamo la segnalazione CRA-API sul ritrovamento di un focolaio di Aethina tumida in provincia di Reggio Calabria, nel territorio di Gioia Tauro, per informare che il dannoso coleottero è ora presente anche nel nostro Paese.

Oltre alle stazioni di rilevamento BEE-NET già allertate, è bene che anche gli apicoltori conoscano questo nuovo parassita invasivo dell'ambiente e dei nostri alveari. Del resto era solo questione di tempo, dati i fenomeni di inarrestabile globalizzazione di prodotti, merci, animali tra i vari continenti. Non a caso Gioa Tauro è anche un porto marittimo.

Per approfondire e scaricare i materiali CRA-API vai al sito api.entecra.it

Per conoscere la siituazione epidemiologica aggiornata: vai alla sezione del sito dell'Istituto Zooprofilattico delle Venezie che monitora l'infestazione

Scarica il DOSSIER ASPROMIELE Aethina tumida in formato pdf (956 kb)

 

PRESENZA DI AETHINA TUMIDA SUL TERRITORIO LIGURE

Le informazioni sono poco rassicuranti. Ogni giorno si fanno nuovi rinvenimenti, in un'area a forte concentrazione di alveari. Si parla di circa 5.000, con la presenza di parecchi apiari nomadi. In zona vi sono anche produttori di pacchi d'api e di regine.

Date queste premesse vi è la forte probabilità che la diffusione del coleottero possa avere interessato non soltanto l'ambito locale,  perchè trasportato inconsapevolmente (speriamo non per negligenza), con il commercio di materiale genetico in altre Regioni italiane.

Data la allarmante situazione ritengo misura doverosa da parte della nostra Associazione allertare tutti i nostri associati perchè pongano estrema attenzione in futuro nei loro apiari sulla possibile presenza del coleottero.

Nondimeno necessario sarà la dissuasione dall'acquistare pacchi d'api o regine provenienti dal sud, Calabria in particolare. Il primo cordone sanitario infatti è costituito dai comportamenti prudenti e responsabili di tutti. 

Diffondiamo presso gli associati il giusto grado di preoccupazione raccomandando di rivolgersi ai nostri Tecnici Apistici sia per quanto attiene alla Sanità degli apiari, sia per quanto riguarda l'acquisto di materiale genetico (nuclei e regine).

Non usiamo toni allarmistici o catastrofici, ma giustamente sensibili e vigili alle problematiche sanitarie che ci circondano ormai da più parti. Occorrono comportamenti più prudenti e meno disinvolti rispetto al passato, e credo che qesta sia già una bella svolta.

Grazie dell'attenzione, con i più cordiali saluti. Davide Gazzoli.

 

 

MAQS

MAQS

L’Unità Operativa di Apicoltura di Roma (IZS Lazio e Toscana), il Centro Apistico Regionale di Apicoltura del Piemonte (IZS Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta), in collaborazione con il Ministero della Salute, con l’Associazione Produttori Agripiemonte miele e con l’Azienda ASL Torino 2, hanno verificato l’efficacia acaricida e l’effetto sulle api di un prodotto canadese a base di acido formico in gel, denominato MAQS™ (Mite Away Quick Strips™).

Dalla prova di campo estiva realizzata in provincia di Torino è stata verificata una interessante efficacia acaricida del prodotto MAQS, soprattutto in considerazione della presenza della covata durante il trattamento e la possibilità di impiego del prodotto con i melari. Va anche ricordato che l’acido formico risulterebbe anche compatibile con un impiego in apicoltura biologica.

Il medicinale è stato autorizzato dal Ministero della salute con DM n. 63 del 5 giugno 2014

Per approfondire scarica il documento in formato pdf (2.2 Mb): Maqs.pdf

 

Istruzioni API-BIOXAL

api-bioxalL'inverno è alle porte, si avvicina la fase del trattamento definitivo che permetterà alle api una buona ripresa primaverile.

Ogni apicoltore conosce il proprio territorio e conosce il periodo migliore per agire.

E' indispensabile contrastare la varroa che in questo periodo rallenta la sua attività e non trova più riparo sotto l'opercolo poichè la regina va in "blocco naturale".

Scarica il bugiardino: istruzioni API-BIOXAL 2013.pdf

Informazioni aggiuntive