Uno sciame di mille robot

sciame di robot

Uno sciame di 1024 piccoli robot è in grado di organizzarsi autonomamente per comporre forme bidimensionali: è il risultato del progetto Kilobot dell'Università di Harvard, pubblicato su Science.

I singoli robot utilizzano un algoritmo che permette loro di interagire e correggere gli errori per generare un movimento coordinato, proprio come avviene tra le api. Un passo avanti per la comprensione dei meccanismi di funzionamento del superorganismo alveare?

Per saperne di più: http://news.harvard.edu/gazette/story/2014/08/the-1000-robot-swarm/

Guarda il video: https://www.youtube.com/watch?v=xK54Bu9HFRw&feature=player_embedded

 

Isole Aland: l’unico posto in Europa senza Varroa

bandiera isole Aland

Questa bandiera rappresenta un posto speciale: l’unico lembo di terra in tutta l’Unione Europea - estesa per 4.326.253 chilometri quadrati - dove le api non sono infestate dal parassita Varroa destructor!.

 Continua a leggere l'articolo su: http://www.federapi.biz/index.php?option=com_content&task=view&id=1191&Itemid=1

Leggi la Gazzetta Ue che dichiara le Isole Åland indenni da varroasi

Gli apicoltori statunitensi impugnano l'autorizzazione del Sulfoxaflor

Le principali organizzazioni apistiche degli Stati Uniti sono ricorse in giudizio presso la Corte di Appello Federale contro EPA (l'Agenzia per la Federale Protezione dell'Ambiente) ed il colosso chimico Dow AgroSciences per impugnare l'autorizzazione del Sulfoxaflor. Occorre vigilare anche in Europa.

Continua a leggere su:

http://www.mieliditalia.it

earthjustice.org [en]

testo del ricorso degli apicoltori [en - pdf]

Neonicotinoidi e sistema nervoso umano

Disorientamento e perdita di memoria, questa volta non per le api ma addirittura per gli esseri umani. Lo ha reso noto in data odierna (17.12.2013) l’EFSA, l’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare che ha anticipato e diffuso le conclusioni di un parere scientifico elaborato su richiesta della Commissione europea in merito ai possibili effetti negativi dei neonicotinoidi sul sistema nervoso umano.

In materia, il Gruppo degli esperti scientifici dell'EFSA ha riscontrato che alcuni neonicotinoidi possono avere un effetto avverso sullo sviluppo dei neuroni e delle strutture cerebrali associate alle funzioni dell'apprendimento e della memoria.

Continua ed approfondisci la notizia diffusa dall’EFSA

Il mistero delle api scomparse

copertina TIME

Articolo di Bryan Walsh

Pubblicato da Internazionale 1021 - 13 ottobre 2013

Dobbiamo ringraziare l'Apis mellifera, meglio conosciuta come ape domestica occidentale, per un boccone su tre del cibo che mangiamo ogni giorno. Dai mandorleti della California centrale - dove in primavera miliardi di api provenienti dal resto del paese arrivano per impollinare raccolti del valore di diversi miliardi di dollari - alle torbiere del Maine dove crescono i mirtilli, le api sono le operaie oscure e non pagate del sistema agricolo statunitense, e creano un valore aggiunto di oltre 15 miliardi di dollari all'anno. A giugno, un negozio della catena Whole Foods del Rhole Island, per sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema, ha temporaneamente tolto dagli scaffali tutti i prodotti alimentari che dipendono dall'impollinazione: su 453 ne sono spariti 237, tra cui mele, limoni e zucchine di diverse varietà. Le api "sono il collante che tiene insieme il nostro sistema agricolo", ha scritto nel 2011 la giornalista Hannah Nordhaus nel suo libro The beekeeper's lament.

Leggi tutto l'articolo: Internazionale n. 1021 del 11 ottobre 2013

Mandorle alle stelle negli USA a causa della moria di api

apicoltore_mandorliCome è noto uno dei più grandi mercati negli USA è il commercio delle mandorle. L'utilizzo dell'ape non è rivolto alla produzione di miele o di altri prodotti dell'arnia, quanto piuttosto alla sua grande capacità di bottinamento. La mortalità delle api negli ultimi periodi a causa anche del contestuale utilizzo di pesticidi ha superato il 50%. Ciò ha portato alle stelle i prezzi delle mandorle in California.

 

Continua a leggere su www.repubblica.it

Informazioni aggiuntive